MurloCultura 2021 - Nr. 1-2

Due panchine rosse e un percorso sul territorio

di Annalisa Coppolaro

EVENTI A MURLO

Nel mese della donna un progetto di Pro Loco Murlo con ARCI Casciano, ARCI Vescovado e Arci provinciale. Per ricordare e combattere la violenza di genere arrivano due panchine rosse a Casciano e a Vescovado con frasi scritte dagli studenti sulle donne. E un percorso sul territorio scaturito da un'idea di Proloco di Murlo. Il Progetto è stato presentato in streaming domenica 7 marzo alle 18.00 sulla pagina Facebook della Proloco di Murlo, e nasce dall'esigenza di portare all'evidenza dell'opinione pubblica il momento difficile che tante donne e famiglie stanno attraversando a causa della pandemia. Per prima cosa, è nato un calendario con foto di "mascherine artistiche" per finanziare il progetto stesso. La mascherina rappresenta oggi l'epoca che stiamo vivendo, un'epoca non esente da gravi episodi di violenza sulle donne, chiuse fra le mura domestiche. Ed è in casa che avvengono come sempre gran parte dei soprusi. ISTAT riporta che durante il lockdown 2020 sono state 5.031 le telefonate valide al 1522, il 73% in più sullo stesso periodo del 2019. Le donne che hanno chiesto aiuto sono state 2.013 (+59%). Questo incremento non è necessariamente indice di una maggiore violenza effettiva, ma può essere il risultato di campagne di sensibilizzazione che hanno indotto le donne a prendere coscienza della loro situazione e chiedere aiuto. Il numero verde 1522 è stato un validissimo strumento in questo senso. Su questo tema, nella Proloco di Murlo a novembre nacque un progetto fotografico: soci e semplici cittadini trasformarono la propria mascherina in una creazione unica, la indossarono e inviarono le foto per il calendario 2021: con i proventi sono state acquistate due panchine rosse da posizionare presso i circolo Arci Casciano e Arci Vescovado. L'ARCI ed i due circoli, sono da sempre sensibili ai temi della violenza di genere e la collaborazione si è estesa all'ARCI Provinciale di Siena.
"L'idea é quella di dare un segnale a tutte le generazioni, ma in particolare ai giovani, auspicando che le "panchine rosse" facciano ricordare che la violenza sulle donne è il seme della barbarie, e come tale dobbiamo sensibilizzare affinché sia estirpata dall'umanità - commenta il presidente Proloco Marcello Filippeschi - Rispettare significa riconoscere il valore speciale di ogni individuo. Al progetto hanno partecipato i ragazzi delle nostre scuole, Dario Neri e Renato Fucini, scrivendo delle frasi contro la violenza sulle donne da dipingere sulle nostre panchine".
"A Murlo, purtroppo, è stato perpetrato un femminicidio ai danni di Alicia Brunilda Sosa, investita dal marito con la sua auto, il 27 giugno del 2010 - prosegue il presidente Proloco - La nostra comunità ricorda con dolore quell'evento, ed è molto sensibile all'argomento. Per non dimenticare abbiamo creato un percorso, che collega vari luoghi del territorio comunale e le due panchine. Il percorso virtuale è denominato "Ho visto Nina volare". Il percorso collega le varie frazioni del nostro comune, e le due panchine".
"E' la prima volta che a Murlo viene portato avanti un progetto simile. Ne siamo particolarmente orgogliosi, ma ci rendiamo conto che è solo un piccolo inizio. Sarà necessario coinvolgere tutte le associazioni, oltre all'ARCI, che vorranno seguirci in questo progetto e naturalmente l'Amministrazione comunale", conclude Marcello Filippeschi.
In vari luoghi del comune sono stati apposti dei pannelli in Dibond 15x15 con stampato un QR-code. Inquadrando il QR-code con un qualsiasi smartphone si avrà l'accesso a informazioni e foto che riguardano il territorio. Fra le tante info nel QR-code il link del sito della Proloco, ed una frase di personaggi famosi contro la violenza sulle donne, oltre al numero del centro Anti violenza, 1522 e il link al sito. Il QR-Code permette l'accesso ad una cartina virtuale interattiva del territorio di Murlo. Cliccando sui simboli a forma di cuore si aprirà una piccola didascalia con una breve storia del luogo, foto e video. Una novità per il territorio da sfruttare come punti di informazione turistico da poter aggiornare continuamente con una cartina interattiva gestita direttamente da Proloco Murlo e in continua evoluzione. La presentazione si è svolta in streaming sulla pagina Facebook Pro Loco di Murlo domenica 7 marzo alle ore 18.00. Ospiti dello streaming Roberta Guerri, responsabile del centro pari opportunità della Provincia di Siena; Claudia Culivicchi Consigliera Comunale Murlo; Serenella Pallecchi, Presidente di Arci Siena; Fabiola Parenti, Consigliera Comunale Murlo, Alessia Carapelli, Cittadina di Murlo, Marcello Filippeschi, Presidente della Pro Loco di Murlo, che ha coordinato la diretta.

 

Le panchine rosse dedicate alle donne (dalla pagina facebook Proloco Murlo).

 

 

FacebookTwitterGoogle Bookmarks
Associazione Culturale di Murlo
Sede legale: Piazza Cattedrale - 53016 Murlo (SI)
P.IVA 00808660526