MurloCultura 2012 - Nr. 7

Scoperte letterarie nel territorio

di Luciano Scali

Giungere alla Grancia di S. Giusto in un pomeriggio assolato d'estate e scorgere sotto il leccio centenario cresciuto al lato della chiesa un personaggio assiso di fronte ad una vecchia Remington in evidente fase creativa, è cosa da generare stupore. E' ciò che accadde a me e a Barbara in cerca di percorsi inediti per i nostri "Viaggi intorno casa" ed ancor oggi, a diversi anni da quell'incontro il ricordo è stampato nitido nella memoria. Sul tavolo da lavoro, oltre alla macchina da scrivere e ai numerosi fogli dattiloscritti e non, alcune bottiglie di sciroppi usati per servire bibite rinfrescanti. Un luogo veramente ideale per preparare, nell'atmosfera agreste del paesaggio, qualcosa di veramente importante ma che a quel momento non riuscimmo ad afferrare. Il ricordo di quell'incontro casuale è riaffiorato alla vista della copertina di uno dei tanti libri che affollano il ristorante Libridinoso a Murlo. Si tratta della prima parte di un'opera dal titolo apparentemente pretenzioso: Il Dizionario. Compendio ragionato dell'idioma corrente di Paolo Chionio, ma che appena iniziato a consultare si rivela appropriato ai suoi contenuti. Redatto con prosa raffinata conferisce significati particolari a vocaboli di uso comune legandoli ad esperienze personali di vita. Se in alcuni passi si può ravvisare una tendenza auto celebrativa, in altri invece si nota una specie di compiacimento nel sottolineare quelli che in una persona appaiono di solito come difetti ma che narrati con sapiente auto ironia divengono delle autentiche chicche da gustare e perfino da condividere. Un dizionario importante di vita vissuta da consultarsi ogni qualvolta la propria esistenza presenti risvolti speciali, per scoprirvi i comportamenti dell'autore in circostanze simili, o meglio: i significati che abbia attribuito loro per affrontarli. Da sincero estimatore dell'opera, ma anche memore del tempo trascorso dal nostro incontro a S. Giusto prima di poterla consultare, mi auguro di poter campare abbastanza per vederne completata la seconda parte e con essa soddisfatta anche la mia curiosità.

 

Poco prima della chiusura di questo numero di Murlo Cultura è pervenuta alla nostra associazione una copia dell'ultima pubblicazione di Gino Civitelli che, come di consueto, approfondisce interessanti aspetti di "storia Patria" del comune di Buonconvento e del suo immediato circondario. L'ampia documentazione proposta, con inediti cabrei e preziosi disegni fanno di questa ultima fatica di Gino un vademecum indispensabile per chi voglia conoscere davvero la storia e l'identità di un borgo rimasto abbastanza integro nella sua essenza malgrado le inevitabili ingiurie del tempo e degli uomini. Un grande apprezzamento per questa sua nuova opera ed una esortazione, semmai ve ne fosse bisogno, di proseguire in tale direzione riservandoci così in futuro ulteriori piacevoli sorprese. Il titolo è il seguente: Miscellanea buonconventina: cose note e meno note del"paese de' sospetti uomini. Stampato nel settembre 2012 dalle Edizioni Cantagalli di Siena.

FacebookTwitterGoogle Bookmarks
Associazione Culturale di Murlo
Sede legale: Piazza Cattedrale - 53016 Murlo (SI)
P.IVA 00808660526