Murlo Cultura 2017 - Nr. 2-3

La leggenda del baccello bisestile... nell’anno non bisestile

di Nicola Ulivieri

CURIOSITA' DAL TERRITORIO

L'anno passato avevo scritto una confutazione della credenza popolare che diceva che negli anni bisestili, i semi della fava (Vicia faba [1, 2]) chiamata da noi comunemente anche baccello, nascono al contrario, cioè con l'attaccatura verso il basso, rispetto alla base dove il baccello è connesso alla pianta [3]. Ma l'anno passato era un anno bisestile e c'era bisogno di aspettare almeno questo anno per avere la prova o la smentita. Ricordiamo intanto che l'anno bisestile è una convenzione, la cui ultima definizione risale al 1582, quando, all'epoca di Papa Gregorio XIII, fu deciso di correggere la misura della durata effettiva dell'anno e riportare l'equinozio di primavera al 21 marzo, anziché l'11 marzo dove era "scivolato" in quell'epoca a causa del calendario precedente (calendario giuliano, introdotto nel 45 a.C.). Il pontefice, valendosi degli studi di esperti astronomi, fece operare una modifica ai giorni bisestili del calendario giuliano, creando quello che è in uso ancora oggi e che prende il suo nome: il calendario gregoriano [4]. Questo nuovo "strumento" stabiliva che, a partire dal 1600, tutti gli anni secolari non fossero più bisestili tranne quelli multipli di 400: il 1900 non fu bisestile, non lo sarà il 2100, il 2200, il 2300; è stato bisestile il 2000 e lo sarà il 2400. Dalla conoscenza dettagliata di questa convenzione, ci si rende immediatamente conto che sia impossibile per una pianta seguirne le definizioni umane ed arbitrarie. Ciononostante, avevamo visto che nessuno verifica queste affermazioni negli anni non bisestili, e pure sul sito della Coldiretti è riportata questa leggenda come vera [5]. E voi, ve ne siete ricordati di guardarci quest'anno o ve ne siete dimenticati? Se non l'avete fatto, ecco la mia verifica della disposizione dei semi della fava negli anni non bisestili.
Come si può vedere dalle immagini, sono esattamente come l'anno passato (vedi [3]), cioè capovolti rispetto al peduncolo del baccello, a riprova che, per qualche motivo, ci ricordiamo di questa leggenda solo negli bisestili. Chissà per quanto ancora?

 

Baccello 2016
Baccello 2017
Baccello 2017
Fig. 1. La disposizione dei semi di fava nel baccello quest'anno (non bisestile) è esattamente uguale a quella del 2016, cioè capovolta rispetto al peduncolo del baccello. Nella foto in basso a destra, è stato possibile riscontrare l'eccezione di un seme disposto al contrario rispetto agli altri nello stesso baccello, ma solo uno, mai tutti. Lo stesso era accaduto nel 2016 (vedi freccia nella foto in alto).

 

Fonti citate o consultate

[1] Vicia faba, Wikipedia.

[2] Lezione sulla Fava, Prof. Pasquale Montemurro, Università degli studi di Bari "Aldo Moro", www.uniba.it/ateneo/facolta/agraria/offerta/materiale-didattico/materiale-di-produzioni-erbacee-e-qualita-delle-materie-prime-prof.-montemurro/fava.pdf

[3] La leggenda del baccello bisestile al contrario, MurloCultura n.1/2016.

[4] I Segreti degli Orologi Solari, Nicola Ulivieri, editore Youcanprint, ISBN: 9788891148520.

[5] Coldiretti "1 MAGGIO: NELL'ANNO BISESTILE ANCHE LE FAVE CON LA LUNA STORTA" 

FacebookTwitterGoogle Bookmarks
Associazione Culturale di Murlo
Sede legale: Piazza Cattedrale - 53016 Murlo (SI)
P.IVA 00808660526